Connect with us

Ciao, cerca la disdetta che ti serve!

Internet e Telefono

Disdetta Vodafone (linea mobile)



Disdire la propria utenza Vodafone mobile è una operazione semplice e veloce, che può essere portata avanti con diverse modalità.

Vediamo quindi quali sono i mezzi a nostra disposizione.

Prima di addentrarci nel vivo della guida, è per d’obbligo una precisazione. In caso di passaggio ad altro operatore, non è necessari avanzare disdetta, perché sarà il nuovo gestore a seguire l’iter e il passaggio.

Come inviare la richiesta di disattivazione di una linea mobile

Come accennato, diversi sono gli strumenti che si possono utilizzare per inviare una disdetta. La prima soluzione è quella di inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Servizio Clienti Vodafone, inserendo oltre alla richiesta anche copia del proprio documento di identità e del proprio codice fiscale.

Se non si vuole usare questo strumento tradizionale, si può optare per la PEC. L’indirizzo da utilizzare in questo caso è disdette@vodafone.pec.it e alla richiesta bisognerà allegare documento di identità e codice fiscale. Altre soluzioni arrivano direttamente dal canale Vodafone, è infatti disponibile il call center al quale comunicare la propria volontà, ma è anche possibile visitare il negozio 190 di riferimento.

Tempistiche disdetta Vodafone

Sul fronte delle tempistiche, è bene ricordare che la richiesta di disdetta dovrà essere effettuata almeno 1 mese prima della scadenza del contratto o comunque con 30 giorni di preavviso. La scheda SIM verrà disattivata entro 30 giorni dalla data della richiesta. Nessun costo è legato alla disattivazione in sé per sé, ma è bene ricordare che alcuni contratti prevedono in caso di recesso anticipato il pagamento di eventuali rate residue. soprattutto in presenza di dispositivi legati al contratto stesso.

Modulo disdetta Vodafone

Il modulo dovrà contenere tutte le informazioni sul richiedente e sull’utenza oggetto della richiesta. Nome, cognome, luogo e data di nascita dunque, ma anche codice fiscale e indirizzo di residenza, dovranno essere presenti, insieme al numero dell’utenza stessa.

Il diritto di recesso

Solo in caso di contratti stipulati fuori dai locali commerciali, al cliente è data facoltà, come previsto dal codice del consumo, di esercitare il diritto di recesso e quindi di “annullare” il contratto senza nessun tipo di penale, restituendo ovviamente eventuali supporti legati al contratto stesso ricevuti. Solo in mancanza di questa restituzione, Vodafone potrà richiedere un contributo come previsto dal contratto. In caso di diritto di recesso, il cliente dovrà specificare la data di attivazione del servizio e di volersi avvalere appunto del diritto di recesso. Sarà altresì necessario specificare nome, cognome, codice fiscale, utenza di riferimento e allegare copia di carta di identità e codice fiscale.

A chi rivolgersi

In caso di dubbi o necessità di avere chiarimenti, sarà possibile contattare la Vodafone al 190, rivolgendosi presso lo store più vicino o utilizzare l’assistenza TOBI via chat. In ogni caso, ricordate sempre di leggere il  contratto che avete stipulato, dal momento che esso contiene solitamente risposta ad ogni possibile domanda.